in , , , , ,

Le uscite più bizzarre (e costose) del Record Store Day 2024

Dal mini-giradischi dei Beatles (in foto) alla raccolta di musica pop turca: ce n’è per tutti.

Collezionisti e appassionati sono già ai nastri di partenza, pronti a fiondarsi nei negozi di dischi di fiducia per assicurarsi le copie di vinili, 45 giri e cofanetti, tra edizioni limitate (e numerate), speciali ristampe e rarità. Senza badare a spese. Pazienza che poi il disco rimanga incellofanato, custodito gelosamente come un Sacro Graal sul ripiano di uno scaffale, messo lì a stagionare in attesa che – chissà – con gli anni non assuma un valore particolare tale da far salire le sue quotazioni: l’importante è averlo. Anche quest’anno l’elenco delle uscite del Record Store Day, la giornata mondiale che celebra i negozi indipendenti di dischi (la data da cerchiare sul calendario è quella del 20 aprile), non delude quanto a curiosità e bizzarrie varie. E non comprende solamente vinili e box.

I fan più accaniti dei Beatles sono pronti a dare la caccia al mini-giradischi da collezione che celebra il sessantesimo anniversario della leggendaria ospitata di John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr all’”Ed Sullivan Show” del febbraio 1964, la prima apparizione del quartetto di Liverpool di fronte al pubblico statunitense (incollati alla tv la sera del 9 febbraio c’erano oltre 70 milioni di spettatori): il giradischi – con puntina Audio Technica – è dotato di un trasmettitore Bluetooth integrato. Insieme al mini-giradischi (nella foto in alto), gli appassionati riceveranno anche i singoli di “I want to hold your hand”, “Till there was you”, “I saw her standing there” e “She loves you”, tra I brani suonati da Lennon e soci nello studio di Ed Sullivan. Attenzione, però: i dischetti sono di un formato molto ridotto rispetto ai classici 45 giri (e fra l’altro ancora non è noto se gireranno a 45 o, più probabilmente, a 16 giri al minuto): il loro diametro è di tre pollici, vale a dire poco più di sette centimetri e mezzo (più piccoli dell’etichetta tonda di un 33 giri), e sono ascoltabili solo su un giradischi particolare come questo. Il costo? Oltre 200 euro. Tutto sommato anche onesto, se si considera che per assicurarsi il triplo vinile della ristampa di “The whole love” i fan dei Wilco dovranno sborsare oltre 65 euro: il disco del 2011 – tra i più amati dai seguaci della band icona dell’indie rock statunitense – torna nei negozi in 4,500 copie in occasione del Record Store Day sotto forma di box set contenente tre vinili che oltre alle tracce già presenti nell’edizione originale includeranno anche inediti, rarità e tracce extra.

I Rolling Stones hanno fatto (ri)stampare 6 mila copie del loro eponimo album d’esordio per celebrarne il sessantennale: il vinile, da 180 grammi e di colore blu, costerà circa 30 euro. Saranno solamente 950, invece, le copie di “Istanbul 70: Psych, Disco, Folks Edits by Barış K Vol I-VI”. C’è qualche cultore della musica popolare turca degli Anni ’70, da queste parti? Il cofanetto, originariamente uscito nel 2011, viene ristampato per la prima volta: costerà oltre 50 euro. Non un disco, ma “un’opera d’arte”: è così che viene descritto il (doppio) vinile della colonna sonora di “Butterfly in the Sky”, documentario che omaggia la storica serie tv statunitense “Reading Rainbow”, andata in onda dal 1983 al 2006. La sigla è stata reincisa dai Flaming Lips e la copertina, apribile, è pensata come un libro pop-up, i libri cartonati e di grande formato con inserti da sollevare: all’apertura, una farfalla “spiccherà il volo”. Per aggiudicarselo, i fan della band capitanata da Wayne Coyne dovranno spendere 50 euro.

The endless coloured ways: The songs of Nick Drake” è un raccolta che conterrà le rivisitazioni di canzoni del compianto cantautore britannico incise da artisti come i Fontaines D.C., Gui Garvey, Aurora e Feist. Il costo? 58 euro. Il doppio vinile dell’inedita registrazione del concerto del maestro del jazz statunitense Yusef Lateef ad Avignone del 1972, che a distanza di oltre quarant’anni permetterà ai cultori di rivivere l’atmosfera e la magia di quella serata, sarà in vendita alla modica cifra di 65 euro: 3 mila le copie stampate. E sempre al 1972 risale la registrazione dello show ad Amsterdam degli iconici Flying Burrito Brothers, tra i primi gruppi musicali di genere country rock, fondato nel 1968 dagli ex membri degli Byrds Gram Parson e Chris Hillman: il costo? 75 euro. A proposito: il cofanetto da quattro vinili che contiene gli album pubblicati dalla diva country Linda Ronstadt con la leggendaria Asylum Records, per la quale negli anni hanno inciso Joni Mitchell, Glenn Frey, Tom Waits e Bob Dylan, sarà in vendita al prezzo di 145 euro. Gli appassionati di Dwight Yoakam, il leggendario cantante country che negli Anni ’80 sconquassò la scena rivisitando hit come “Crazy Little thing called love” dei Queen e “I want you to want me” dei Cheap Trick, attirando le critiche dei puristi della scena prima di reinventarsi attore di film come “Red rock west”, “Roswell”, “Lama tagliente” e “Newton boys”, dovranno spendere un po’ meno per assicurarsi una copia del cofanetto “The Beginning And Then Some: The Albums Of The ‘80s”: il box, che raccoglie alcuni brani incisi dal musicista negli Anni ’80, sarà in vendita a 140 euro.

Tante le uscite previste anche per il mercato italiano, ma i prezzi non sono stati ancora resi noti: si va da una speciale riedizione in vinile di “Figli delle stelle” di Alan Sorrenti a una ristampa di “Gelosia” dei Dirotta Su Cuba per il trentennale dell’uscita dell’edizione originale, passando per un cofanetto da quattro vinili di Mina che contiene le registrazioni dei concerti alla Bussola del decennio dal 1968 al 1978 (la Tigre di Cremona farà uscire anche il 45 giri “O cuntrario ‘e l’ammore / Sono andati?”), la ristampa di “Cangaceiro” dei Litfiba per il trentacinquesimo anniversario, quelle di “Umanamente uomo: il sogno” e “Vol. 2” di Lucio Battisti e la versione vinile splatter trasparente con tinte di rosso, blu e giallo di “Rock” di Vasco Rossi.

Non solo riedizioni di vecchi dischi o cofanetti da collezione. C’è anche chi in occasione del Record Store Day 2024 il prossimo 20 aprile pubblicherà versioni in edizione limitata di album appena usciti. Come i Pearl Jam. Eddie Vedder e soci hanno deciso di far pagare oltre 115 euro il vinile a fantasia giallo-nera del loro nuovo “Dark matter”: 15 mila le copie stampate.

Il sold out? Vale 1,7 milioni di euro.

Biografia di Redazione Bravo!

Bravonline nasce tra il 2003 e il 2004 frutto della collaborazione tra vari appassionati ed esperti di musica che hanno investito la loro conoscenza e il loro prezioso tempo al fine di far crescere questo magazine dedicato in particolar modo alla Canzone d’Autore italiana e alla buona musica in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota l'articolo!

Elio e le Storie Tese 2024

Dopo oltre 40 date nei teatri italiani davanti a più di 60.000 spettatori ELIO E LE STORIE TESE

CELEBRATING KURT COBAIN AND NIRVANA