in , ,

FLO – L’UOMO NORMALE

il nuovo singolo uscito l’11 settembre

ASCOLTA IL BRANO: https://backl.ink/142669049

‘L’uomo normale’ è il nuovo brano di Flo uscito l’11 settembre, sulle piattaforme digitali e in rotazione radiofonica.

È possibile ascoltare il brano sui digital store a questo link: https://backl.ink/142669049

A distanza di due anni dall’ultima pubblicazione ufficiale, l’artista partenopea annuncia così il nuovo progetto discografico, che vede la produzione artistica dal noto produttore francese Sebastien Martel. Il nuovo album di inediti, dal titolo 31SALVITUTTI, uscirà il prossimo 13 novembre (produzione Arealive srl – distribuzione Believe Digital).

L’uomo normale è colui che è inconsapevole di quanto razzismo, di quanta omofobia, di quanto fascismo si nasconde dentro i suoi gesti quotidiani. Non è il criminale o il serial killer, ma il nostro vicino di casa, nostro padre, un nostro collega di lavoro. È colui che lavora per la famiglia e quindi pretende che il figlio sia un campione per forza; che non picchia la moglie, ma le impone come vestirsi; che tollera gli stranieri e non ha nulla contro i gay.

L’uomo normale forse siamo noi.

CREDITS
L’UOMO NORMALE

  • Autore: Floriana Cangiano, in arte Flo
  • Compositore: Floriana Cangiano e Sebastian Martel
  • Voce: Floriana Cangiano
  • Basso: Davide Costagliola
  • Chitarra: Marcello Giannini
  • Batteria/Percussioni: Michele Maione
  • Produttore Artistico/Chitarre acustiche: Sebastian Martel
  • Registrato presso The Vessel Recording Studio da Nicola Tranquillo
  • Missaggio: Marcello Giannini
  • Mastering: Giovanni Versari
  • Produzione: Arealive srl
  • Distribuzione Believe Digital

BIO
Cantautrice, attrice di teatro e imprevedibile entertainer, Flo è un’artista che seduce grazie ad una vocalità viscerale e una scrittura originale e suadente.
Instancabile avventuriera, nella musica e nella vita, viaggia alla continua ricerca di confini da oltrepassare, storie da ascoltare ed emozioni da sfidare. Le sue performance sono ritmo che coinvolge, racconto che affascina, rito, danza, impulsi di vitalità e passione. Un affascinante equilibrio tra l’estasi, la malinconia e la teatralità tipiche del Sud Italia.
Ha debuttato giovanissima nel mondo del teatro musicale, sotto l’egida di Claudio Mattone. Nel 2014 esce in Europa il suo primo disco “D’AMORE E DI ALTRE COSE IRREVERSIBILI” che, accolto con grande entusiasmo dalla critica e dal pubblico, otterrà alcuni tra i più importanti riconoscimenti italiani (Premio Musicultura 2014, Premio “Radio Rai 1” per la Migliore musica a Musicultura 2014, Premio Assoluto Andrea Parodi 2014, Migliore musica al Premio Parodi 2014, Miglior arrangiamento al Premio Parodi 2014).
A due anni di distanza incide “IL MESE DEL ROSARIO” (Miglior testo al premio Bianca d’Aponte 2014, Premio Musicultura 2015, tra i candidati alle Targhe Tenco nelle categorie “Miglior disco dell’anno” e “Miglior canzone”).
Nel 2018 esce il suo terzo disco “LA MENTIROSA”, che la consacra tra le più raffinate cantautrici della cosiddetta World music d’autore. Alcuni tra i più importanti giornali musicali d’Europa (fRoots, Songlines etc…), hanno scritto di lei come di un’artista dallo stile inconfondibile, dal linguaggio ricco di riferimenti e contaminazioni eppure inedito e personale.
Nel corso della sua carriera ha inciso e condiviso il palco con Stefano Bollani, Paolo Fresu, Daniele Sepe, Enrico Rava, Jorge Hernandez, Giovanni Guidi, Luca Aquino, Vincenzo Zitello, Elena Ledda e Paolo Angeli.
In teatro è stata protagonista di spettacoli musicali e di prosa, diretta da registi come Alfredo Arias, Mimmo Borrelli, Davide Iodice, Massimo Luconi, Claudio Di Palma, Michele Schiano di Cola, Sarasole Notarbartolo, Claudio Mattone, Gino Landi, mentre attualmente è al fianco di Daria Bignardi nel reading “La coscienza dell’ansia”.
Ha realizzato colonne sonore per il cinema e per il teatro, ha condotto un ciclo di puntate dedicate alla musica per la radiotelevisione svizzera, partecipato a diversi documentari per la Deutschlandfunk Kultur e pubblicato numerosi articoli di costume.
A novembre 2020 è prevista l’uscita di “31salvitutti”, il suo quarto album di inediti, prodotto dal francese Sebastien Martel. Nella primavera del 2021 uscirà in Europa “Brave Ragazze”, un lavoro di ricerca, traduzione e reinterpretazione di canzoni, firmate dalle più coraggiose cantautrici del mondo latino e mediterraneo.

TESTO
L’UOMO NORMALE

Mezzanotte, tesoro
cammina veloce
quando arrivi a casa scrivimi
che è pieno di indiani
E sei più bella adesso
con qualche chilo addosso
che se devi piacere a me
che ti importa del resto
Fragile io? Ma di che cosa parli?
Cosa c’entra l’insicurezza
con un paio di schiaffi
E neppure la violenza
è questione di rispetto
che se offendi la mia squadra
certamente reagisco
Con le buone non si ottiene niente
Ed io non sono un fesso
Vacanze d’ Agosto, sai che meraviglia
Perché alla fine ciò che conta
è sempre la famiglia.

L’allenatore non capisce
che ho figlio eccezionale
e se domenica resta in panchina
finisce male
Perché lavoro tutto il giorno
e non gli faccio mancare niente
e non voglio che sia timido,
io lo voglio vincente
Il rumore che arriva
dalla casa accanto
litigavano spesso, non so
poi d’altro canto
Il fatto è che in Italia
nessuno va in prigione
Che se lo giocano a dadi
quest’altro barcone

Io non sono razzista però
Io non sono violento però
Io non sono fascista però
Sono l’uomo normale
Io non sono arrivista però
Io non sono geloso però
Bla, bla, bla però
Sono l’uomo normale

Mezzanotte tesoro,
in giro fino a quest’ora
poi se si mette male
non dire una parola
Io lavoro tutto il giorno
e non ti faccio mancare niente
e c’ho una reputazione
Cosa pensa la gente
della coppia tradizionale
come quella dei miei
Io sono uno aperto,
ho tanti amici gay
Vacanza d’ Agosto, sai che meraviglia
Perché alla fine ciò che conta
è sempre la famiglia.

Io non sono razzista però
Io non sono violento però
Io non sono fascista però
Sono l’uomo normale
Io non sono arrivista però
Io non sono geloso però
Bla, bla, bla però
Sono l’uomo normale

Questo però è un però di troppo
Questo però, appanna lo specchio
E fa dente per dente
e fa occhio per occhio
Divide me e te
divide noi e loro
e crolla tutto
Mezzanotte tesoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota l'articolo!

Roma: Al Parco Archeologico dell’Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione

Roma – Corviale Urban Lab – nona edizione