in

GoGo Penguin a luglio in italia

Tornano finalmente in Italia i GoGo Penguin, tre date speciali per il trio di Manchester ormai acclamato a livello internazionale.

GoGo Penguin biglietti concerto
GoGo Penguin

29 LUGLIO –  FANO (PU) – FANO JAZZ

30 LUGLIO – ROMA – CASA DEL JAZZ

31 LUGLIO –  FOLLONICA (GR) – ARENA LE FERRIERE

Tornano finalmente in Italia i GoGo Penguin, tre date speciali per il trio di Manchester ormai acclamato a livello internazionale.

I GoGo Penguin sono tre elettrizzanti musicisti dal vivo, compositori di colonne sonore innovative, capaci di miscelare musica elettronica, influenze minimaliste,  jazz e rock.

Un insieme che pulsa e scorre per le piste da ballo, ma anche attraverso l’apertura a mondi interiori meditativi, trasportando l’ascoltatore in nuove dimensioni.

Il 2022 segna il debutto in tournée dell’ultimo membro della band, il batterista Jon Scott, che aggiunge il suo stile unico e propulsivo alla musica esaltante del trio di Manchester.

I GoGo Penguin sono: Chris Illingworth, pianoforte, Nick Blacka, basso e Jon Scott alla batteria, oltre alla produzione sonora di Joe Reiser

BIOGRAFIA

I GoGo Penguin, formatisi a Manchester nel 2012, sono un gruppo composto dagli inglesi Chris Illingworth (piano), Nick Blacka (Basso) e Jon Scott (batteria). Il loro stile, un mix di elettronica, hip hop, musica classica, rock e jazz, li ha portati ad essere identificati dal pubblico internazionale come i “Radiohead del British Jazz”.

Il gruppo inizia la sua carriera con l’album Fanfares del 2012, seguito subito da v2.0, entrambi per la Godwana Records. Quest’ultimo viene nominato per il Premio Mercury come miglior album britannico dell’anno.

L’anno successivo i GoGo Penguin firmano un contratto con la Blue Note Records, per la quale pubblicano nel 2016 Man Made Object. Il disco mostra l’anima musicale del gruppo: l’elettronica si unisce alle influenze rock e minimaliste, per creare una musica incisiva ma estremamente sperimentale.

Due anni dopo, nel 2018, pubblicano A Humdrum Star, album che ancora una volta definisce lo stile del gruppo in cui il jazz rimane l’elemento fondante senza tuttavia rinunciare alla componente di improvvisazione e innovazione dei GoGo Penguin. Il trio inglese affascina anche il pubblico italiano in un concerto tenuto al Locus Festival di Locorotondo (BA) nello stesso anno.

Nel 2019 il gruppo pubblica l’EP Ocean in a Drop, seguito subito dall’album GoGo Penguin.

Nel maggio 2021 pubblicano GGP/RMX, una brillante e vivida riedizione del loro ultimo GoGo Penguin con contributi di rinomati artisti internazionali come Cornelius, Machinedrum, Yosi Horikawa, Rone, Nathan Fake, 808 State, James Holden, Shunya, Clark, Portico Quartet e Squarepusher.

 “ The taut synergy between racing, pulsing, frenetic percussion and looping leaping keyboard rollercoasters… draw listeners ever deeper into their dicey slipstream.”  (****Mojo)

“ Powered by fluttering, junglist drums, slithering bass lines and an increasing bank of Eno-esque digital manipulations. Hypnotic stuff.”  (The Guardian)

“ Glistens with niggling bass and stabbing piano chords …..contemporary British jazz’s great experimenters.”  (Bearded)

 

 

“ Meticulously structured, deftly paced and futuristic … owes as much to 1990s drum and bass as to jazz …hypnotic and quietly epic.” (****Music OMH )

 

 

I biglietti saranno disponibili sui principali circuiti di prevendita.

Per informazioni: ponderosa.it

gogopenguin.co.uk

facebook.com/Gogopenguin

instagram.com/gogo_penguin

Biografia di Redazione Bravo!

Bravonline nasce tra il 2003 e il 2004 frutto della collaborazione tra vari appassionati ed esperti di musica che hanno investito la loro conoscenza e il loro prezioso tempo al fine di far crescere questo magazine dedicato in particolar modo alla Canzone d’Autore italiana e alla buona musica in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vota l'articolo!

pacifico live

PACIFICO torna live con “PACIFICO in STUDIO, Dove aspettano le canzoni”

In uscita il nuovo cd di Pejman Tadayon, Non siamo sufi.