SILVIA CONTI
SILVIA CONTI
in ,

SILVIA CONTI – “Ho un piano B”, il nuovo disco di inediti

La condizione femminile, l’intelligenza emotiva, il bullismo, l’accoglienza e l’acido di un suono rock

“LUCCIOLA” – GUARDA IL VIDEO UFFICIALE

ASCOLTO on SPOTIFY

Da quel singolo “L’incrocio del diavolo” di sfacciati classicismi blues che ha rotto un poco i silenzi della pandemia, improvvisamente il lavoro della cantautrice toscana ha preso derive rock assai ruvide, roots, americane. Nasce così quello che lei stessa definisce un altro disco, lontano dalle previsioni iniziali di suono e di forma.

Silvia Conti
Silvia Conti


Tantissime le citazioni
, caratteristica che si rende evidente sin dall’immagine di copertina, citazioni che colorano ogni brano, disseminate ovunque, quasi una gara nel saperle rintracciare tutte.

E poi le tematiche: dalla condizione femminile all’intelligenza emotiva, dal bullismo all’accoglienza, senza, ovviamente, emettere nessuna sentenza od offrire soluzioni ma cercando una partecipazione collettiva che, sfortunatamente, è sempre più difficile da incontrare.

Squadra che vince non si cambia, al più si amplia…
Oltre ai già citati Mangione e Boni, con Silvia Conti hanno suonato anche Lorenzo Forti, Fabrizio Morganti, Lele Fontana (più le due nuove entrate, Francesco “Fry” Moneti e Gennaro Scarpato), oltre all’amichevole partecipazione ai cori di Marco Cantini, Cristina Banchi, Mani Naimi e, non ultima, la meravigliosa voce di Marilena Catapano nei cori e nel canto di “Inverno 1944 (Mačkatica)”.


Il disco e il libro

Si intitola “Gli anni sprecati” libro scritto dal padre di Silvia Conti nel 1989 e che troverà finalmente la pubblicazione in concomitanza proprio con l’uscita di questo suo nuovo disco di inediti. Per quanto siano due opere che avranno una vita distinta l’una dall’altra, sono comunque mondi ed espressioni artistiche unite da una stessa sostanza: ovvero uno sguardo sul mondo e sull’umanità che lo abita. Tante le connessioni come accade nel brano “Inverno 1944 (Mačkatica)”, direttamente ispirato a uno degli episodi raccontati nel libro.

Sul fondo della tracklist, troveremo una personale versione di “Bella Ciao”
Non è solo la conclusione di tutto l’ascolto ma è anche e soprattutto la conclusione del percorso umano di entrambi, di un padre e di sua figlia… il percorso di due partigiani.


SILVIA CONTI – biografia & social

Nel 1983 vince il Festival di Castrocaro.
Nel 1985 partecipa al Festival di Sanremo.Dagli anni ’90 collabora con artisti quali Le Orme, Bandabardò,Tiziano Mazzoni, Whisky Trail, Marco Cantini e intensifica la sua attività teatrale.Nel 2017 esce “A piedi nudi (psichedeliche ipnotiche nudità)” il suo primo disco da autrice e interprete, che riscuote un notevole successo tra la più autorevole critica di settore.Nel 2020 esce il singolo “L’incrocio del diavolo” che avrebbe dovuto anticipare l’uscita del nuovo album resa però impossibile dalla pandemia.Nel 2021 esce il singolo “Il filo d’argento (per Enrico)”, brano dedicato a Enrico Greppi, frontman della Bandabardò, scomparso proprio quell’anno.Nel dicembre del 2023 esce il nuovo video, “Lucciola” ad anticipare l’uscita del nuovo disco di inediti dal titolo “Ho un piano B” prevista per l’8 Gennaio 2024.

Biografia di Redazione Bravo!

Bravonline nasce tra il 2003 e il 2004 frutto della collaborazione tra vari appassionati ed esperti di musica che hanno investito la loro conoscenza e il loro prezioso tempo al fine di far crescere questo magazine dedicato in particolar modo alla Canzone d’Autore italiana e alla buona musica in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota l'articolo!

Luciano Ligabue

LUCIANO LIGABUE, DOMENICA 31 DICEMBRE AD ALGHERO PROTAGONISTA DEL CAP D’ANY 2023-2024

Enrico Giaretta

Il “cantaviatore” ENRICO GIARETTA si esibisce al pianoforte nello spettacolo “L’ARTE DI NON VEDERE” di VINCENZO MOLLICA