in

Giuseppe Cucè – La mela e il serpente

La mela e il serpente

  1. Cuore                                                                                              CUCE' C CHITARRA
  2. La ballata di un fiore
  3. Offese (feat. Gabriella Grasso)
  4. Farfalle
  5. Verso l’oriente
  6. La sposa
  7. La mela e il serpente
  8. Ghiaccio sul fuoco
  9. Vedrai vedrai (cover di Luigi Tenco)

Il disco si apre con Cuore, un tango argentino, che anticipa e sviluppa l’armonia dei suoni e fa trasparire l’orientamento di Giuseppe Cucè, cantautore non in erba , ma già avezzo ad esperienze di palcoscenico: il 16 maggio è stato protagonista con Yvon Chateigner, Cristina Marocco e Dorval al Teatro Le Trianon di Parigi. Un grande evento dedicato alla musica italiana e francese. Giuseppe ha presentato  il progetto “Oltre le nuvole – Luigi Tenco Tribute” nato un anno fa .

Nel CD La mela e il serpente ha inserito in finale “ Vedrai vedrai

Calda e pulita la voce di Gabriella Grasso, che canta assieme a Giuseppe “Offese“. Tutti i brani scorrono a ritmo veloce, la musica è influenzata da melodie sempre latino-americane ma non c’è traccia di batteria. L’unica canzone che scopre le origini sicule del protagonista è “Ghiaccio sul fuoco“. Molto bella,  La ballata di un fiore:

Sussurrerò ad un fiore di non appassire…
Nel gelido inverno crudele che ha sete
Della sua linfa…. della sua linfa…..
E riuscirò a strappare un emozione
Da un guscio di vetro emettendo
Un suono che riesca a vibrare più forte nel vento…
Camminerò nel deserto più arido e acceso
In cerca di un fiore audace e capace
Di prendersi gioco del gelido inverno
Ora io voglio cullare quel suono che sgorga dal cuore
Riuscire a tatuare un pensiero sui petali…..
Quel fiore qualunque audace ma senza difese
Rimane sospeso nel punto più in alto
Di quella parete di pietra e granito
E non riuscirò ad arrivare più in alto del vento
Che lascerà un seme a guadare dal cielo
E a far crescere un fiore felice e sereno…
Ora io voglio cullare quel suono che sgorga dal cuore
Riuscire a tatuare un pensiero sui petali…..
Ora io sogno di stare sul bordo di un fiume a guardare
Le foglie cadere e dal vento lasciarle cullare ….. e dal vento lasciarle cullare
Ora io sogno di stare sul bordo di un fiume a guardare
Le foglie cadere e dal vento lasciarle…

Giuseppe Cucè è dotato di una buona intonazione e una voce morbida e piacevole. La copertina del disco ne scopre anche la bellezza statuaria di un corpo che abbraccia il cielo ma non abbandona mai la terra.

Condividi

Il 24 giugno iMercati Generali” di Catania (www.mercatigenerali.org) ospiteranno il live “L’alchimista delle rose” di Giuseppe Cucè. Il nuovo talento siciliano, apprezzato in Europa, si esibirà con i compagni di sempre:

  • Francesco Bazzano (percussioni);
  • Alessandro Longo (violoncello);
  • Adriano Murania (violino);
  • Antonio Masto (chitarra classica);
  • Marco Carnemolla (basso);
  • Edoardo Musumeci (chitarra acustica);
  • Giovanna Damiano (voce);
  • special guest Agata Lo Certo
  • feat Salvo Distefano;

Biografia di Gloria Berloso

Gloria Berloso nasce a Gorizia il 17 dicembre 1955. Dal padre viene indotta fin da piccolissima all'amore per la musica e la danza, che rimangono le sue grandi passioni. Tra il 1965 e il 1975, la musica Rock ha un ruolo importante per la sua formazione ed uno stimolo per conoscere e ascoltare i dischi più rari. Agli inizi degli anni '90 per pura passione scopre la predisposizione di stare in mezzo ai musicisti, organizza concerti e approfondisce la conoscenza della musica Folk, soprattutto americana. In uno di questi eventi nel 1998 incontra il musicista di fama mondiale Ricky Mantoan con il quale si consolida un rapporto artistico successivamente. Vissuta nell'ambiente artistico torinese per 10 anni impara a suonare vari strumenti, in particolare l'Autoharp e studia canto. Promuove la musica con concerti, dischi, articoli, saggi, recensioni, libri e collaborazioni artistiche internazionali. Collabora con Bravo dal 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota l'articolo!

Alessandro Fiori – Attento a me stesso

PROGRAMMA FOLKEST 2010 International Folk Festival