in , ,

Odorico Del Corso: un disco forte come la semplicità

Parliamo di “Quando chiudi gli occhi” il nuovo disco dell’anima della Spleen Orchestra

Delicatezza… ecco il vero cuore di un disco che in qualche modo mi colpisce proprio per l’urgenza di lasciarsi andare a tinteggiature libere, oneste, acqua e sapone. L’abbandono non è violento, piatto significa un “planare” verso una consapevolezza… come quando suona in “7 Maggio” si snocciolano immagini di quel tornare alle origini, di quel provare “ogni mattina a ridere allo specchio”…

Odorico Del Corso che conosciamo per la sua The Spleen Orchestra sembra rivoluzionare tutto quel mondo allegorico e sembra volersi dedicare al silenzio delle sue piccole cose. E forse è un bisogno primigenio quello che fa nascere le sue canzoni racchiuse nel disco dal titolo “Quando chiudi gli occhi”, un bisogno di fermarlo questo tempo che ci fa piangere, ci mette alle corde, ci mescola le certezze. È un lavoro contro la solitudine, nella solitudine di se stessi e della propria fantasia. E ci sono gli amori che sfuggono ad un passo di tempo, i giochi di bambino e tanto altro…

Sempre presente un pianoforte, un suono acustico di chitarre, l’elettronica che arriva ma sempre con estrema eleganza e senza alcun tipo di presunzione. Non mi fa impazzire questo riverbero che colora “troppo” la voce traghettandola in un tempo “antico” della canzone pop d’autore…
“Quando chiudi gli occhi” è li come doveva essere… uno di quei dischi che forse non è destinato a noi altri ma è un lascito della sua parola e del suo bisogno di dire alla vita quanto si è giusti anche se nel posto o nel tempo sbagliato. Forse è una lettura mia, troppo intima, forse invadente, forse violenta… di sicuro mi ha commosso, di semplicità e di sintesi mi ha commosso…

Biografia di Redazione Bravo!

Bravonline nasce tra il 2003 e il 2004 frutto della collaborazione tra vari appassionati ed esperti di musica che hanno investito la loro conoscenza e il loro prezioso tempo al fine di far crescere questo magazine dedicato in particolar modo alla Canzone d’Autore italiana e alla buona musica in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota l'articolo!

BOOMERS Marco Paolini

MARCO PAOLINI torna a teatro con “BOOMERS” un album-concerto su 50 anni di storia italiana

Claudia Crabuzza

Sei concerti per Claudia Crabuzza in Messico